domenica 14 luglio 2013

SHA'AR HA BA'AL

- DEDICATO A STEFANO SANNA, SCOPRITORE DEI SEGNI;
- A PROF. GIGI SANNA PER I SUOI STUDI, LA SUA TENACIA AMMIREVOLE E LA SAPIENTE SPIEGAZIONE;
- ALLA PROF. ABA LOSI PER L'AMORE CHE CI METTE A DIMOSTRARE, CON GRANDE PERSEVERANZA E METODO SCIENTIFICO DI GRANDE RIGORE, IL VALORE DEI DOCUMENTI STORICI E LA IMMENSA RICCHEZZA DI UN PATRIMONIO DELL'UMANITA' INTERAMENTE DA TUTELARE.

GRAZIE!

METTI UNA MAGNIFICA SERATA ALLA SALA DA BALLO DI SAN GIOVANNI DI SINIS - CABRAS (OR) E TANTI APPASSIONATI DI CULTURA SARDA VENUTI DA TUTTE LE PARTI DELLA SARDEGNA E DAL MONDO!
GRANDE INTERESSE PER I GEROGLIFICI TROVATI A SAN GIOVANNI DA STEFANO SANNA E RESI NOTI AGLI STUDIOSI GIGI SANNA E ABA LOSI DALLA SOTTOSCRITTA. 
ESSI CI HANNO SPIEGATO IL LORO SIGNIFICATO: E' STATO FANTASTICO PRENDERNE ATTO.
SI APRE LA PORTA DELLA CITTÀ DEL SOLE E DELLA MAGNIFICA EPOPEA DI THARROS CITTÀ NURAGICA!
ATTRAVERSO L'AUSILIO DI TANTE PAROLE IN LIMBA, GRAZIELLA PINNA ARCONTE SPIEGA, DECLINANDO ED ENUNCIANDO TERMINI IN LIMBA DI CABRAS, QUANTO RA  E ALTRE ANTICHISSIME DIVINITÀ COME MIN E KA FOSSERO PRESENTI NELLA NOSTRA MILLENARIA CULTURA: NELLE TANTE AZIONI DEL QUOTIDIANO E NEI SOSTANTIVI. RACCONTA ANCHE DEL CULTO DELLA SACRA ACQUA PERPETRATO NEI MILLENNI GRAZIE ALLA PRESENZA DI FONTI MEDICAMENTOSE A FUNTANA MEIGA E SULL'INTERO TERRITORIO DEL SINIS. 
(TERMINI E RACCONTI CHE SARANNO PUBBLICATI SU QUESTO BLOG).
GRAZIE ALLE COPIOSISSIME PIOGGE DI QUEST'ANNO (fenomeno che non si proponeva da moltissimo tempo) MOLTE TESTIMONIANZE DELLA CIVILTÀ NURAGICA SONO TORNATE ALLA LUCE. TRA QUESTE, LA SOTTOSCRITTA HA INDIVIDUATO IL PUNTO ESATTO NEL QUALE  SGORGATA A MARE UNA ANTICHISSIMA FONTE, QUELLA CHE DA IL NOME AL TOPONIMO "FUNTANA MEIGA", OVVERO "FONTE MEDICA"; QUELLA CHE PER SECOLI HA DISSETATO I PESCATORI A MARE (SPILLAI S'AQUA) E CHE SI E' RI-FORMATA INTEGRALMENTE DISVELANDO UN FIUME D'ACQUA DOLCE GALLEGGIANTE DALLA COSTA FINO ALL'ISOLA DEL CATALANO. UN FENOMENO MAI VISTO DA NESSUNO PRIMA! 
MOTIVO PER UNA SERIA INDAGINE SUL CULTO DELLE SACRE ACQUE E DEI NUMEROSISSIMI POZZI SACRI DISSEMINATI IN TUTTO IL SINIS. 
L'EVENTO E' STATO DI GRANDISSIMO SUCCESSO.
ABBIAMO RESPIRATO UN PATHOS MERAVIGLIOSO IN UN LUOGO D'INCANTO.
ECCO ALCUNE FOTO DI VENERDÌ 12 LUGLIO 2013 A SAN GIOVANNI DI SINIS-THARROS-SHA'AR HA BA'AL. LA PORTA DEL SOLE.

 UNA FALSA PORTA PER L'ALDILÀ ... E A DESTRA SEGNI, TANIT E UN BEL TORO APPENA VISIBILE DOPO I MILLENNI ... E LE MAREGGIATE POTENTI CHE LA COLPISCONO.
REPORT DI GRAZIELLA PINNA ARCONTE IN UN SOLITARIO MATTINO ESTIVO ...

12 - LUGLIO 2013 SAN GIOVANNI DI SINIS. PROF. GIGI SANNA SPIEGA E DECODIFICA I GEROGLIFICI

TANTA BELLA GENTE, PROVENIENTE DA TUTTA LA SARDEGNA, ASCOLTA ...

Lo scrittore Danilo Scintu





Prof. Gigi Sanna e la prof. Aba Losi dell'Università di Parma

Il caro amico Danilo Scintu sotto il cartiglio








a sinistra la mia carissima amica, prof. Anna Maria Capraro

Su nannài 'eciu alla porta del sole SHA'AR HA BA'AL (sala da ballo di San Giovanni)

Tanit alla SHA'AR HA BA'AL












GRAZIELLA PINNA ARCONTE A SHA'AR HA BA'AL

UNO SGUARDO D'AMORE VERSO LA SUA, MILLENARIA, PORTA DEL SOLE.


GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO FATTO PARTE DI QUESTO QUADRO.


6 commenti:

  1. Tutto molto bello grazie a tutti.

    RispondiElimina
  2. Si ... bellissimo. INDIMENTICABILE SERATA ALLA MAGICA SHA'AR HA BA'AL, LA PORTA DEL SOLE.
    LA PORTA DI RA!

    RispondiElimina
  3. Caspita come ero svaporata...ma una serata stupenda!

    RispondiElimina
  4. A me, che non me ne intendo, sembrano proprio segni antichissimi e quasi cancellati dall'usura del tempo. Come possono dubitare che abbiano millenni? Nessuno potrebbe imitare il tempo in questo modo e poi ...chi e perchè? Dalle parti dell'archeologia ufficiale l'idiozia regna proprio sovrana. Non è però una novità dei giorni nostri:
    "Invenit aemulos etiam infelix nequitia: quid si floreat vigeatque?"
    Traduzione:
    "L'inettitudine, anche se sterile, trova emuli: che accadrà se prospera e trionfa?"
    Massima di Tacito.
    Una massima Latina che ben si adatta ai tempi odierni, la vera tragedia della ex Italia è l'aver dimenticato chi siamo e da dove proveniamo. La culla del Diritto è ormai ridotta a una landa barbarica. Abbiamo con ciò permesso che tutto questo accadesse. Alla domanda, dunque, possiamo rispondere nei fatti: "Ecco cosa accadrà, esattamente ciò che ci è accaduto!"

    RispondiElimina
  5. giornata avvincente grazie all'intervento di tutti.. grazie per questo bellissimo quadro. ;)

    RispondiElimina